EAVI – European Association for Viewers Interests è un’associazione internazionale indipendente e senza fini di lucro con sede a Bruxelles costituita nel 2004 grazie ai finanziamenti della Commissione Europea.

Fin dalla sua comparsa sul panorama internazionale, EAVI si è posta come obiettivo quello di proteggere i cittadini europei dal forte impatto che i mezzi di comunicazione hanno sulle loro vite rappresentandone gli interessi su un piano internazionale. Questa esigenza viene dettata dal fatto che viviamo in un contesto in cui i media sono diventati vere e proprie industrie globalizzate, capaci di esercitare forti influenze sulle loro audience. Per evitare che il potere dei media condizioni negativamente il senso critico dei cittadini, EAVI porta avanti progetti (pubblicazioni, conferenze internazionali ecc…) che hanno come obiettivo la sensibilizzazione all’importanza della media literacy.

Che cos’è la media literacy? È un repertorio di competenze che consentono allo spettatore/utente di analizzare valutare e creare messaggi all’interno del ormai vasto universo mediatico. Un cittadino media literated è quindi un individuo che sa come cercare una determinata informazione, sa comprenderne il messaggio e la sua provenienza.

EAVI ritiene che acquisire queste capacità sia di fondamentale importanza, perché consente ai cittadini di partecipare al dibattito pubblico in modo consapevole, facendo sì che il maggior numero di cittadini resti al passo con i cambiamenti tecnologici, sociali e politici che li circondano.

Questa è la Mission di EAVI: educare i cittadini per renderli  non consumatori globalizzati di prodotti mediali, ma cittadini consapevoli in grado di interagire attivamente con i contenuti che fruiscono. Per raggiungere quest’obiettivo EAVI lavora con organizzazioni internazionali tra cui le Nazioni Unite e l’UNESCO, porta avanti seminari e partecipa a progetti grassroots che si propongono di apportare cambiamenti reali sia a livello locale sia internazionale.

EAVIcamp  è una di questi.