Dunque, da dove cominciare? Siamo alla vigilia dell’EAVIcamp, e ancora non ci sembra vero.

EAVIcamp nasce da un’idea buttata lì in un pomeriggio di settembre negli uffici di EAVI a Bruxelles, quando davanti ad una tazza di caffé qualcuno ha detto Ehi, e se organizzassimo un barcamp? Un’idea che è andata in letargo durante l’inverno e che  è rispuntata fuori in all’inizio dell’estate e che a poco a poco è diventata un progetto concreto e poi una realtà.

Una realtà costruita giorno dopo giorno, tra contatti con le autorità locali e contatti online e offline, tra vecchie conoscenze pronte a darci una mano e qualche preziosissimo amico sempre disponibile e pronto a mettersi in mezzo senza riserve come Paz83, senza il quale probabilmente non saremmo arrivati dove siamo ora.

E dopo molto confabulare, confrontarsi, discutere, dopo serate su Skype fino a notte fonda e dopo migliaia di scambi epistolari eccoci qui, pronti a partire. Noi siamo orgogliosi di quello che abbiamo costruito, e speriamo che domani vada tutto nel migliore dei modi e che sia una giornata costruttiva per tutti, visto che il nostro motto è Nessuno spettatore, Tutti partecipanti.

Ora basta con i sentimentalismi. Tutte le nostre energie sono rivolte a domani: per chi non avesse ancora consultato l’agenda lo può fare qui, per chi avesse bisogno di indicazioni stradali le può trovare nella sezione Dove e Quando e se avete bisogno di qualche informazione su come strutturare il vostro intervento potete rileggere questo post.

Le registrazioni aprono ufficialmente alle 9.30 di domani mattina, e resteranno aperte tutto il giorno. E per chi non dovesse riuscire a raggiungerci, può seguirci in streaming grazie a NET Garage.

Detto questo, un grazie preventivo a tutti quelli che si sono iscritti, che ci hanno seguito, laikato, followato e retwittato in queste settimane. A domani!

 

Annunci