Una delle caratteristiche più belle dei barcamp è l’eterogenità dei suoi partecipanti. EAVIcamp non è da meno: nato come un evento originariamente pensato per un pubblico giovane, sta invece per riunire per un’intera giornata persone molto diverse per età, professione e aree di interesse differenti. Chi se lo sarebbe aspettato.
Tra i nostri speaker compaiono studenti, neolaureati e blogger, ma anche giornalisti, insegnanti, consulenti di formazione e consulenti aziendali, operatori culturali e bibliotecari digitali.

Ci hanno molto incuriositi e in certi casi anche divertiti le descrizioni che i partecipanti ad EAVIcamp hanno dato di loro stessi, come ad esempio Andrea Zanni, Segretario di WikiMedia Italia, che ci parlerà dei progetti WikiMedia e di librerie digitali, e che dice di sè:

“Matematico fallito, bibliotecario digitale wannabe, giocoliere ogni tanto, nerd quasi patentato. Mi interesso di open source e open content da un po’, sono amministratore di Wikisource dal 2006, scrivo un blogghettino che non si caga nessuno da un paio di anni e ho appena finito un master in Biblioteche Digitali”.

Oppure Daniele, che ci racconterà la sua esperienza con il sito di informazione Gheminga:

“A parte le cavolate, ma neanche tanto, nella vita faccio l’aspirante consulente e lavoro nel campo dell’organizzazione aziendale e delle risorse umane. Mi occupo di economia ma mi interessa a fondo tutto quello che è innovazione. Di idee, di modi di pensare, di sistemi”.

Ci sembra anche doveroso segnalare la presenza di Luca Borgomeo, presidente di AIART e del Consiglio Nazionale degli Utenti dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (AGCOM), che presenterà una session sui principi dell’educazione ad Internet e ai new media. Si tratta di un punto di vista particolarmente interessante, specialmente per chi, come noi, si è trovato la Rete a portata di mano, e abbiamo imparato a conoscerla, usarla e in certi casi anche costruirla completamente da soli.

Noi non vediamo l’ora di stare ad ascoltare tutte queste voci diverse, e di imparare qualcosa da ognuno. E voi?

Annunci